ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
Martedì, 11 dicembre 2018 22:07
HomepageHome | Mappa sitoMappa sito  
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
ATS Val Padana - Regione Lombardia - Sistema Socio Sanitario
« Indietro | Sei in: APPROFONDIMENTI  > Vaccinazioni > La vaccinazione anti-influenzale 2018/2019

La vaccinazione anti-influenzale 2018/2019

torna a: Vaccinazioni


La campagna vaccinazione si svolgerà su tutto il territorio dell’ATS della Val Padana nei mesi di Novembre e Dicembre

 
Prende avvio, su tutto il territorio dell’ATS della Val Padana, la campagna di vaccinazione antinfluenzale gratuita per tutti i propri residenti appartenenti alle categorie a rischio.

Per la campagna antinfluenzale 2018/19 è offerto un'unica tipologia di vaccino anti – influenzale (vaccino quadrivaelente)

L’influenza è una malattia acuta respiratoria dovuta all’infezione da virus influenzali e rappresenta un problema di sanità pubblica rilevante a causa dell’elevata contagiosità nella popolazione e delle possibili complicanze che possono insorgere proprio nei soggetti a rischio.
 
La vaccinazione anti-influenzale è il mezzo disponibile più efficace e sicuro per prevenire la malattia ed è appunto raccomandata a tutte le persone con età maggiore di 65 anni e alle persone a rischio di complicazioni secondarie a patologie.
 
Gli effetti collaterali della vaccinazione sono rari e di scarsa entità, ma resta controindicata nelle persone allergiche alle proteine dell’uovo (il vaccino anti-influenzale viene prodotto su uova embrionate di pollo) e nei soggetti che abbiano manifestato problemi neurologici o reazioni allergiche importanti dopo una precedente vaccinazione contro l’influenza.
 
In Italia il momento più opportuno per vaccinarsi va da fine ottobre a fine novembre poiché i virus influenzali mostrano la massima attività tra l’inizio di gennaio e marzo e l’immunità data da questo vaccino declina nell'arco di 6-8 mesi, con il rischio, quindi, di essere solo parzialmente protetti nel periodo più rischioso, (gennaio- febbraio- marzo) se si viene vaccinati prima di ottobre.
 
A seguito delle novità introdotte dalla legge regionale 23/2015 di “Evoluzione del Sistema Sociosanitario Lombardo”, l’erogazione della prestazione è a carico delle ASST territoriali (ex Aziende Ospedaliere).
 
Pertanto, per ogni dettaglio, richiesta di informazioni, consultare i calendari vaccinali, o altro, è possibile consultare la brochure qui allegata (che contiene tutti i riferimenti aggiornati) oppure consultare i siti delle ASST di Crema, ASST di Cremona e ASST di Mantova

Cliccando sul sito della tua ASST di riferimento, andrai direttamente alla pagina dedicata alla vaccinazione antinfluenzale

www.asst-crema.it
www.asst-cremona.it
www.asst-mantova.it

Si ricorda, infine, che è possibile abbinare la vaccinazione anti-influenzale alla vaccinazione anti-pneumococcica, offerta gratuitamente e da praticare con vaccino coniugato 13-valente (PREVENAR) alla coorte 1953 ed ai soggetti affetti da
  • immunodeficienze congenite o acquisite,
  • perdite di liquido cerebrospinale,
  • portatori di impianto cocleare,
  • emoglobinopatie e talassemie,
  • cardiopatie croniche,
  • malattie polmonari croniche,
  • diabete mellito,
  • epatopatie croniche,
  • alcolismo cronico,
  • sindrome nefrosica o insufficienza renale cronica,
  • immunodeficienze congenite o acquisite
  • infezione da Hiv
  • condizioni di asplenia anatomica o funzionale e pazienti candidati alla splenectomia
  • patologie onco-ematologiche (leucemie, linfomi e mieloma multiplo)
  • neoplasie diffuse
  • trapianto d’organo o di midollo
  • patologie richiedenti un trattamento immunosoppressivo a lungo termine

 

documentidocumenti
News LocandinaCampagnaVaccinazioni2018 18/10/2018    Docs   » Vai
News Brochure_CampagnaAntinfluenzale_2018 18/10/2018    Docs   » Vai
torna a inizio pagina  
© 2004-2018 ATS Val Padana - Tutti i diritti riservati
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale ATS: Via dei Toscani 1, Mantova