lun 11 febbraio 2019
« Indietro | Sei in: Azienda > Distretti

Distretti

L'integrazione socio-sanitaria ha assunto rilevanza strategica per le ASL e si inserisce in un quadro normativo nazionale e regionale favorevole; nell'ambito aziendale si colloca come punto di raccordo delle prestazioni sanitarie e delle azioni di protezione sociale, e costituisce uno dei fini istituzionali dell'Azienda. Essa trova indicazione anche nella Legge n. 328/2000, "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali", per il necessario riferimento alla persona delle attività di competenza degli Enti Locali e dell'ASL.

Le attività sociali e quelle sanitarie si realizzano in modo integrato e trovano gli strumenti e gli ambiti di effettiva integrazione operativa nel Distretto, che è l'articolazione territoriale dell'Azienda, dotata di autonomia tecnico-gestionale ed economico-finanziaria nell'ambito delle risorse assegnate. Il Distretto è responsabile delle risorse umane, strumentali e finanziarie per tutte le attività che si svolgono nel territorio di competenza e individua, all'occorrenza, le priorità tra le diverse azioni delle aree dipartimentali nel rispetto della programmazione aziendale.

Contribuisce alla missione dell'ASL assicurando alla popolazione residente la disponibilità e l'accesso ai servizi ed alle prestazioni di tipo sanitario e di tipo sociale ad elevata integrazione sanitaria, sia attraverso l'esercizio della funzione di committenza garantita dalla Direzione del Distretto, sia attraverso la funzione di produzione delle prestazioni e dei servizi di primo livello o di base, garantite dal Dipartimento delle Cure Primarie e Continuità Assistenziale e dalle altre articolazioni territoriali. Assicura inoltre agli Enti Locali il supporto tecnico nel processo di individuazione dei bisogni, di selezione delle priorità di intervento e nella realizzazione delle attività di promozione della salute.

Il D.Lgs. n. 229/1999 definisce le funzioni e le risorse da assegnare al Distretto sulla base degli obiettivi di salute della popolazione di riferimento e lo colloca nel ruolo di struttura fondamentale dell'Azienda.

torna a inizio pagina  
© 2005-2019 ATS Val Padana - Sede territ. di Cremona - Tutti i diritti riservati
Centralino: 0372 4971 | email generale: dirgen@aslcremona.it
PEC: protocollo@pec.ats-valpadana.it | P.IVA e C.F. 02481970206
Sede legale: Via dei Toscani, 1 - 46100 Mantova